Orata alla Patrizio con pomodorini, capperi e mandorle

Pubblicato il

Orata alla Patrizio

Pesce

L’orata è un pesce delizioso, alla base di molte ricette gustose e delicate. Solitamente cotta al forno, la presentiamo qui in una preparazione in padella, già completa di contorno.

L’Orata alla Patrizio con pomodorini del Vesuvio, capperi e mandorle si prepara in pochi minuti, e può essere un’ottima soluzione per un pranzo veloce a base di pesce, anche preparato all’ultimo minuto.

Questa ricetta è per due persone, ma ovviamente può essere adattata a più portate, a patto di fare la corretta proporzione tra gli ingredienti. In ogni caso, ad ogni commensale corrisponde un’orata o un filetto di orata.

Pronti? Vediamo insieme come preparare passo per passo una leggera e deliziosa Orata alla Patrizio con pomodorini del Vesuvio, capperi e mandorle!

Da provare: Polpette di ceci e alici, e non manca l'aroma per un secondo speciale!

Orata alla Patrizio con pomodorini del Vesuvio, capperi e mandorle

Una ricetta di pesce semplice, gustosa e originale
Preparazione20 minuti
Cottura20 minuti
Tempo totale40 minuti
Portata: secondi piatti
Cucina: Italiana
orata alla Patrizio
Porzioni: 2 Persone
Calorie: 335kcal

Ingredienti

Cosa occorre per fare l’orata alla Patrizio

  • 2 orate
  • 15 pomodorini
  • 1 cucchiaio di capperi sotto sale
  • 2 cucchiai di mandorle tritate grossolanamente
  • 2 spicchi d'aglio tritato finemente
  • Olio extra vergine d’oliva q. b.
  • Sale q. b.
  • Pepe bianco q. b.

Istruzioni

Prima di continuare, ti ricordo che è disponibile, per ricevere le notifiche delle nostre ricette, il canale Telegram, cliccando qui oppure il canale Whatsapp, cliccando qui. Unisciti anche tu per non perdere le ultime novità. IL TUO NUMERO DI TELEFONO NON LO VEDRÀ NESSUNO!

Come si prepara l’orata alla Patrizio

  • Per prima cosa occorre pulire le orate, pesce cosiddetto tondo (non "piatto" come la sogliola, ad esempio) dalle carni bianche e saporite.
  • Munirsi di un apposito coltello, effettuare un taglio orizzontale lungo il ventre del pesce ed eliminare le interiora, passando quindi il pesce sotto l'acqua del rubinetto per eliminare eventuali resti di sangue. Togliere quindi le pinne con un paio di forbici, e infine con un coltello affilato raschiare delicatamente via le squame.
  • Un'altra passata sotto l’acqua e le orate saranno perfettamente pulite.
  • Per risparmiare tempo, potrete chiedere al vostro pescivendolo di vendervi delle orate già pulite. L'importante è che il pesce sia fresco e di buona qualità, possibilmente pescato in mare aperto.
  • Preparare ora il soffritto dell'Orata alla Patrizio con pomodorini del Vesuvio, capperi e mandorle.
  • In un tegame largo e capiente (dovrà in seguito contenere anche i pesci) far scaldare un paio di cucchiai di olio extra vergine d'oliva. Unire quindi l'aglio tritato finemente (oppure schiacciato con un apposito spremiaglio) e le mandorle tritate grossolanamente.
  • Lasciar rosolare il soffritto per qualche minuto, a fuoco basso, e infine aggiungere i capperi precedentemente sciacquati.
  • A questo punto, adagiare nel tegame le orate, alzare il fuoco e rosolarle velocemente da entrambi i lati. Quindi abbassare nuovamente la fiamma e cuocere a fuoco lento per una decina di minuti circa.
  • In questo intervallo di tempo, lavate e tagliate i pomodorini a spicchi e aggiungerli al tegame. Condire il tutto con sale e pepe bianco a piacere e far saltare il pesce a fiamma alta.
  • Finalmente l'Orata alla Patrizio con pomodorini del Vesuvio, capperi e mandorle è pronta! Consigliamo di servire con una bella cucchiaiata di fondo di cottura e di accompagnare con un buon vino bianco ghiacciato.
Stampa ricetta

Altre ricette che potrebbero piacerti

Lascia un commento

Recipe Rating